"Meditazione sul Primo Chakra" di Ambra Guerrucci

.
Il primo chakra si trova nella cavità del bacino, si sviluppa nella zona tra l’osso pubico e il coccige e comprende il perineo. Il risveglio di questo centro è fondamentale per la crescita spirituale umana, rappresenta le radici nell’albero della coscienza. In ogni essere umano, l’energia continua a salire e scendere lungo la spina dorsale, tra il primo ed il settimo chakra e questo è dovuto al principio universale secondo cui l’energia si muove soltanto tra polarità, proprio come il movimento della corrente elettrica da un polo positivo a quello negativo. Il chakra inferiore e quello superiore rappresentano i due poli opposti ed hanno l’effetto di magnetizzare l’energia, facendola muovere tra i due. Senza polarità non ci sarebbe movimento d’energia e quindi mancherebbe l’impulso dinamico alla vita; questa scende dal settimo chakra e viene magnetizzata verso terra dall’attrazione del primo e viceversa. L’effetto di un chakra di base funzionante ci radica perfettamente a terra, ci fa sentire in armonia con ciò che ci circonda, naturalmente a casa e perfettamente in grado di provvedere a noi stessi, indipendentemente dalle condizioni esteriori. Migliaia d’anni fa questo era il centro su cui la gente contava e se in un individuo era mal funzionante egli  non sarebbe sopravvissuto a lungo, ma ad oggi la sopravvivenza è una questione molto più sofisticata e coinvolge tutti i chakra, per questo motivo molta gente ha perso il contatto con il primo, alcuni lo ritengono addirittura meno importante, ma il vero stato di forza accade quando i sette chakra sono in perfetta armonia e allineamento.
Per effettuare la meditazione nelle condizioni ottimali si consiglia di indossare abiti comodi, confortevoli e praticare in un momento lontano dai pasti in quanto il processo digestivo è di ostacolo ai flussi mentali. Siediti comodo su una poltrona o una sedia, con i piedi al suolo e la spina dorsale ben dritta. Passa alcuni minuti rilassandoti ed osservando il tuo respiro lasciandolo naturale. Poni le mani in mezzo al bacino, chiudi gli occhi e comincia a respirare dalla bocca. Osserva l’aria che entra ed esce dalla bocca durate l’inspirazione e l’espirazione, senti l’energia che entra ad ogni inspirazione attraverso la bocca, passa attraverso la gola, scorre verso il basso del petto ed arriva fino al plesso solare e rilassati sempre di più ad ogni espirazione. Respira sempre più profondamente e senti l’energia, che assorbi attraverso l’inspirazione, muoversi sempre più in basso ad ogni respiro, fino ad arrivare al primo chakra. Respira nel bacino sentendo l’area che riceve nuova energia ad ogni inspirazione e si rilassa ed espande ad ogni espirazione. Dopo alcuni minuti di pratica si passa all’ultimo passaggio: quando inspiri osserva l’energia che si è accumulata nel bacino e falla scorrere fino alle cosce, poi sempre più in basso, fino alle gambe, progressivamente nei piedi ed infine a terra. Durante questo esercizio può accadere di vedere il primo chakra, dei colori o dei simboli che rappresentano una qualità di questa energia, di percepire come un formicolio, una sensazione di calore o movimento d’aria ed avere preziose intuizioni su noi stessi. Questo esercizio, oltre a risvegliare il nostro primo centro energetico, ha lo scopo di portare luce ed energia alla terra, nutrendola con l’energia cosmica discendente.

Commenti

Post popolari in questo blog

"Le Vite Passate: breve spiegazione e Tecnica" di Ambra Guerrucci e Federico Bellini

"Il Bambino Incondizionato", Conferenza di Ambra Guerrucci, il 4 dicembre a Prato

"Conferenza di Ambra Guerrucci sui bisogni" a Salve (LE)

"Corso Gratuito di Destrutturazione delle Credenze e dei Condizionamenti" in Puglia