"Osservare l'Intervallo nel Respiro" di Ambra Guerrucci

.
"O radiosa, questa esperienza può albeggiare tra due respiri. Dopo che il respiro è venuto dentro e appena prima che si rivolga in su - il beneficio."
..
La tecnica che segue è un antica meditazione tantrica che la tradizione attribuisce a Shiva, un dono per Parvati quando lei gli chiese un metodo per sperimentare l’infinito. È una semplice tecnica che racchiude in se un grande potere di trasformazione, aiuta a trovare nuove fonti di energia in se stessi, a sperimentare gioia incondizionata e dalla mia personale esperienza posso affermare che agisce sul chakra del cuore. Questa meditazione è associata al respiro e si svolge sperimentando le quattro fasi di questo. Comunemente si pensa che il respiro abbia due sole fasi, inspirazione ed espirazione, ma se prestiamo veramente attenzione noteremo che in realtà, quando termina l’inspirazione c’è una piccola pausa e terminata l’espirazione c’è un altro intervallo. In questo esercizio sei invitato a focalizzare tutta la tua attenzione in queste pause, invece che sull’inspirazione ed espirazione. L’importanza delle pause tra le due fasi “principali” è capitale, perché generalmente quando il respiro si arresta anche l’attività mentale fa altrettanto.
.
È consigliabile fare meditazione lontano dai pasti, poiché l’attività digestiva è di ostacolo ai flussi mentali e possibilmente indossando abiti comodi. Siedi a gambe incrociate, o se pensi che questa posizione possa diventare scomoda con il passare del tempo, anche su una sedia. Chiudi gli occhi, rilassati e poni una mano sul cuore spirituale, in mezzo al petto, così da diventare più recettivo. Respira in modo lento, rilassato e mentre finisci ogni inspirazione consentiti di prendere un intervallo prima dell’espirazione, allo stesso modo dopo l’espirazione, prenditi una breve pausa. Esplora questo nuovo ritmo di respiro e focalizzati completamente sugli intervalli, osservando come, quando prendi dimestichezza con questa pratica, si estendono naturalmente. Se ci riesci osserva non solo l’intervallo, ma anche la tua mente durante quell’intervallo, così da conoscere il silenzio mentale, permettendo alla coscienza di espandersi e regalarti preziose intuizioni. La pausa tra le due fasi del respiro è un vero e proprio portale di accesso alla nostra essenza, poiché la mente si ferma e rende visibile quel meraviglioso cielo interiore normalmente occultato dietro le nubi dei pensieri.

Commenti

Post popolari in questo blog

"Le Vite Passate: breve spiegazione e Tecnica" di Ambra Guerrucci e Federico Bellini

"Il Bambino Incondizionato", Conferenza di Ambra Guerrucci, il 4 dicembre a Prato

"Conferenza di Ambra Guerrucci sui bisogni" a Salve (LE)

"Corso Gratuito di Destrutturazione delle Credenze e dei Condizionamenti" in Puglia