"Sperimentare i Corpi Sottili" di Ambra Guerrucci

.
Questa semplice quanto antica tecnica si rivela molto utile per percepire o vedere i propri corpi sottili. Non è detto che al primo esperimento si riescano a vedere i corpi sottili, ma non è difficile che percepiate delle sensazioni di calore, di fresco oppure delle piccole scosse alle mani. Se trovi difficoltà a sperimentare le energie non ti devi scoraggiare, ripetendo questo esercizio ogni giorno, per una settimana, aumenterai la sensibilità ed otterrai dei risultati.
.
Siediti comodo in una stanza della casa dove puoi rilassarti, lasciando fuori dalla porta tutte le preoccupazioni ed i problemi che ti hanno assillato durante la giornata. Siediti comodo, chiudi gli occhi e inizia a respirare lentamente e profondamente, osservando il tuo stesso respiro per rilassarti sempre di più. Quando ti senti pronto porta tutta la tua consapevolezza nel momento presente, porta le mani di fronte a te in modo che i palmi risultino uniti, come in posizione di preghiera. Strofina i palmi delle mani, inizialmente con delicatezza e poi sempre più vigorosamente. Tieni le mani di fronte a te, con i palmi l’uno di fronte all’altro, a una distanza di circa quattro o cinque centimetri. Chiudi gli occhi e focalizza l’attenzione sulle sensazioni che avverti. Le sensazioni che hai inizialmente provengono dallo strofinamento, ma appena queste decrescono avvertirai una sensazione più sottile che può esprimersi come calore, freschezza o una leggera pulsazione.
.
Ora sposta le mani verso una parete bianca, sempre nella solita posizione e con la stessa distanza, sfoca la vista guardando con uno sguardo d’insieme il muro e le mani, potresti vedere uno strato trasparente, di qualche centimetro, che avvolge le tue mani o vedere la luminosità, la stessa che si osserva guardando a lato di una fiamma. In seguito concentrati nello spazio tra le mani e osserva se l’energia sta aumentando. Potresti sentire l’aria tra le mani vibrare o percepire una palla d’energia. Gioca con la distanza tra le mani, aumentandola e diminuendola, osservando come mutano le sensazioni sperimentate. In fine inizia a muovere le mani sulla superficie del corpo fisico, mantenendo la distanza iniziale di quattro o cinque centimetri. In questa ultima fase stai toccando il primo dei tuoi corpi sottili e mentre lo fai osserva le sensazioni che emergono: potresti sperimentare una sensazione di formicolio, di calore, freschezza, pizzicore o anche vedere un’aura di luce o di colore.

Commenti

Post popolari in questo blog

"Le Vite Passate: breve spiegazione e Tecnica" di Ambra Guerrucci e Federico Bellini

"Il Bambino Incondizionato", Conferenza di Ambra Guerrucci, il 4 dicembre a Prato

"Conferenza di Ambra Guerrucci sui bisogni" a Salve (LE)

"Corso Gratuito di Destrutturazione delle Credenze e dei Condizionamenti" in Puglia